Come ho perso 14 kg. in 2 mesi. Ecco la mia dieta.


Ho raccolto quelli che sono state le bandiere del mio cambiamento per condividerle con voi e spiegarvi, in concreto, cosa “ho cambiato per cambiare”.

La regola dei 5 ingredienti

Non ricordo bene se ho sentito da qualche parte questa regola o è frutto della mia immaginazione. In pratica questa regola consiste nel preferire piatti che abbiano massimo 5 ingredienti o poco più. Evitate tutti i cibi pieni di conservanti o con l’etichetta degli ingredienti lunga come la bibbia. Mangiate solo roba naturale, evitando il più possibile cibi in scatola, conservati, merendine ecc…Dopo un po potrebbe risultare noioso, ma credo che prima della noia vi accorgerete del piacere dei sapori semplici, mangiati dedicandogli il giusto tempo.

Avvicinate il dolore, conoscetelo, fatelo alleato

La perdita di peso potrebbe essere associata anche a uno stato di stress non indifferente, dovuto magari alla fine di una storia d’amore,come nel mio caso. Dimagrire senza mangiare e senza stimoli non è in alcun modo la strada da percorrere. Che voi siate single o avete compiuto il vostro 50° di matrimonio, l’importante è capire che anche lo spirito ha dei muscoli ed anche lui ha bisogno di allenarsi per sentirsi in forma. Spesso le cose che ci divorano da dentro sono quelle che decidiamo di non affrontare. Fatevi coraggio, affrontate le vostre paure, date alla vostra vita la possibilità di vedere allo specchio una mente libera e leggera, prima che un corpo.

Affrontate il dolore, non copritelo con amici e compagnie da baldoria, missioni umanitarie, alcool e droghe varie. Il dolore sarà sempre presente nella vita, ma se lo sapete affrontare, saprete anche che posto dargli nel vostro quotidiano. Io il mio l’ho messo in tasca.

Smettete di guardare i selvaggi in tv e cominciate a farlo davvero

La vita “wild” è ormai moda, ci si sente quasi appagati nel guardare come si potrebbe sopravvivere in mezzo al mondo. E’ affascinante la sopravvivenza, il contatto a pelle con ciò che ci circonda. Vivere e concedersi momenti simili è possibile ed anche facile. Ho vissuto giornate intere e consecutive in una casa al mare, località Lido Marini, capitale non riconosciuta ufficialmente della Est-Coast Salentina. Passeggiate sulla sabbia, bagni ad ogni ora, corse in macchina a fine lavoro per un fine settimana fatto di natura, il cane Fulmine, musica e ingredienti semplici in tutto. La natura risponde sempre con i giusti equilibri, cominciare a comprenderli e seguirli, con la dovuta determinazione e volontà, vi verrà “Naturale”.

Mangiate il giusto, spesso, masticate bene e non abbiate il cibo come unica priorità

Sui primi tre punti del titolo, credo che non ci sia bisogno di aggiungere nulla. Sulla parola “priorità” si. Ho conosciuto persone che la sera, ad un preciso orario, dovevano mangiare, ovunque esse siano e qualunque cosa facessero. Non importava cosa, dovevano mangiare. Se non trovavano qualcosa subito cominciavano a esser nervose, infastidite, intrattabili. Poche ore senza un boccone e si impazzisce così? Mangiare in determinati orari ha i suoi vantaggi senza dubbio, ma se siete  immersi in una situazione particolare, cercate di mettere in secondo piano la fame. Sicuramente non morirete e probabilmente vivrete meglio.

Meditate, dedicatevi allo spirito

Scoprire e addentrarsi nel mondo della meditazione è stata forse la scelta più importante a livello spirituale. Scoprire quelle che sembrano nuove dimensioni, ed accorgersi che sei sempre stato dentro alla bellezza del mondo è uno stato mentale che porta ad un ottimismo quasi fastidioso. Esistono centinaia di modi per meditare, non pensate che mi metta a intonare canti tibetani o robe del genere, il mio inizio è stato segnato da Andy Puddicombe ed il suo libro “Libera la mente” . Scoprire la Mindfulness e trovare questo nuovo “impiego per se stessi” è qualcosa che ha operato e agito con un certo spessore nel rendermi quello che sono. Quando comincerete ricordate che è un percorso, non fate caso ai risultati, la sola volontà è il miglior risultato.

Meditare ha effetti benefici riconosciuti a livello scientifico. Non immaginate neanche quanto bene faccia al vostro corpo e nel vostro quotidiano; vi aiuterà a vivere la vita con consapevolezza. Per quanto strano possa apparire, sarà l’unica cosa che cercherete veramente e di cui avrete bisogno.

Concedetevi degli spazi solo per voi senza nessuna interferenza

Il solo fatto di realizzare molti di questi punti significa sostanzialmente riuscire anche ad averne il tempo. Le giornate non si allungano, ma possono essere vissute diversamente. La vita da single e un forte spirito di iniziativa mi hanno portato ad avere come priorità la mia serenità personale, senza tener molto in considerazione se qualcosa “potevo farla”. Ritagliatevi senza scuse dei momenti abbastanza lunghi per voi stessi, lasciate a casa telefono, orologio, qualsiasi cosa possa contare il tempo al posto vostro o distrarvi.

Ricordo quando ad ottobre passeggiavo nel parco protetto sapendo di tornare a casa dopo il tramonto. Il cielo, il sole, la sua posizione e la brezza sulla pelle erano il mio tempo, lo misuravo così.

Amandovi senza tempi vi aiuterà a togliere di dosso ogni dipendenza, abitudine meccanica, virtualità, senso di noia.

Depuratevi la coscienza

Sapete cosa vuol dire non esprimersi realmente con il prossimo ? E’ come trattenere la pipì. Si comincia avendo qualche problema comportamentale, impulsività, stress, si diventa incomprensibili agli occhi altrui, si agisce senza fermarsi a riflettere. Il peso che avete addosso non sono solo calorie e grasso, è anche il peso delle cose non dette, nel bene e nel male, è il peso del non rispondere quando vorreste farlo, il peso della parola di apprezzamento che non avete pronunciato. La sincerità e la trasparenza senza vergogna di confrontarsi, sembrano staccate dal concetto di peso “reale” ma per esperienza posso garantire che aiutano ad alleggerire la coscienza. Prima o poi scopriranno che c’è una connessione tra il grasso e le bugie, tutti e due ad esempio fanno una macchia che va via difficilmente.

Praticate la vita, qualunque sia e ovunque vi porti

Praticate sempre quella che ritenete sia la vostra vita. Ci sono poche persone che potrebbero dirvi cosa fare del vostro tempo e delle vostre abilità. La differenza sostanziale di quando avevo 14 Kg in più ad oggi sta nel seguire il proprio pensiero, i propri istinti, senza una censura o un ostacolo. Rispetto tutto ciò che mi circonda, difendo ciò che mi appartiene e sicuramente non ritengo un mio problema quelli che sono problemi altrui. Praticate la vita in tutto, nel fare quel viaggio che non ha programma, nel dormire in un altro letto o su un divano di amici di amici, nel conoscere il prossimo interessandosi alla sua storia come fosse il racconto che aspettavate. E’ vivendo la ricchezza che la si possiede. Bruciare calorie non è solo una questione di movimento e sudore, ci sta anche un certo fattore X collegato direttamente all’energia che si ha nel vivere il proprio quotidiano. Se avete bisogno di diverse cariche durante la giornata non è una questione di batteria difettosa.

Ballate e cantate tirando fuori le tossine dal fegato e dal cervello

Le tossine non sono solo quei mostriciattoli che vedete in tv nella prima pubblicità dello pseudo yogurt di turno. Le tossine sono molto più brutte. Si attaccano a voi, certe del male che le alimenta. Come la peggior cellulite per la vostra “dermovita”. Ci vuole un grosso lavoro per liberarsene.

Nelle piazze salentine, come in ogni ambiente dove si respiri musica e libertà, è facile trovare una ballerina che muove il piede cercando qualcuno che balli. Ballare equivale a esprimersi, muoversi e tenere un ritmo (anche con un certo impegno). La ricetta perfetta per sudare e non farlo in una palestra col panorama di sguardi che sembrano contare le calorie a vicenda. Quando farete una doccia, dopo aver ballato, capirete che quella maglietta è piena di acqua, sale e tossine. Sorprendetevi nel sapere che oltre quelle tossine ve ne siete liberati di molte altre, rigettate non attraverso la pelle, ma il cuore.

Che ne dici?