#menoselfiepercento : promuovi un’attività commerciale in modo social e indipendente


Il mondo dei social rappresenta per le attività commerciali un mare di possibilità usufruibili in totale indipendenza. Con un account e un’idea si può arrivare dove una semplice campagna pubblicitaria tradizionale, nemmeno riesce ad immaginare di arrivare.

Oggi vi parlo di un metodo che ho creato per far si che chiunque abbia un’attività commerciale, possa sfruttare le possibilità del web per avere un ritorno di immagine, di promozione e economico che faccia la differenza.

Ho chiamato questo metodo “meno selfie per cento“.

Il metodo si basa principalmente sullo sfruttamento di un canale social e delle sue funzioni elementari. Per partire vi farò un esempio usando Facebook, certo che comprendiate quanto sia applicabile anche ad instagram, twitter ecc…

#menoselfiepercento si basa su un concetto semplice da capire e applicare : più “like” si ottengono su un selfie, più aumenta il vantaggio del cliente nei confronti del negozio.

In questo articolo vi descriverò l’iniziativa nello specifico, inserendo alla fine un esempio pratico di un negozio che sta gia usando #menoselfiepercento per la sua promozioneCominciamo subito.

Ecco come funziona #menoselfiepercento :

  • Il cliente si reca presso la vostra attività e realizza un selfie indossando o associando in un qualche modo la sua immagine ai vostri prodotti e di conseguenza alla vostra attività
  • Il negoziante, con il permesso del cliente, pubblica il selfie sul canale social scelto per la promozione.
  • Il cliente, una volta visto il selfie online, invita i suoi amici a mettere like alla foto o ad avere una qualsiasi interazione. Per farlo condivide l’immagine più volte in un determinato arco di tempo.
  • I like ottenuti vengono convertiti in punti che serviranno a determinare la percentuale di sconto o la cifra del buono acquisto ottenuto, secondo una misura decisa a priori. Se ad esempio si decide che 1000 punti equivalgono a 100€, vuol dire che ottenendo 500 punti si hanno 50 € di sconto o buono acquisto.
  • Si da al cliente un determinato periodo di tempo per portare a termine la sua opera di promozione e raccogliere quanti più punti possibili. In questo modo si riesce a dare una misura ed un risultato certo, oltre a stimolare alla promozione del contenuto, in quanto il tempo per ottenere un risultato alto “è limitato

Nb: potete usare come unità di misura i like o le condivisioni qualora la promozione sia su facebook o twitter. Tenete conto che qualora si usino le condivisioni come unità di misura i punti da associare sono molto più alti in quanto una condivisione è in primis difficile da ottenere ed inoltre porta con se una manciata di like, quindi vale oggettivamente di più.

Quali sono i vantaggi per l’azienda :

  • I vostri clienti assocerebbero la loro immagine al vostro brand, diventando dei veri e propri testimonial. Cosa c’è di più efficace per un’azienda che avere dei clienti che allo stesso tempo sono piccoli testimonial ?
  • Usare la diffusione virale dei contenuti per diffondere il marchio per puntare ad essere i leader, almeno su discorso social, nel proprio settore. Ciò che è largamente diffuso, che appare sempre e che riempie le bacheche altrui, acquisisce agli occhi del consumatore lustro e fama. Elementi utili quando deciderà dove acquistare o a chi affidarsi
  • Controllare in tempo reale la spesa in promozione della vostra attività. Vi siete mai chiesti quanto costi un’interazione su facebook ad esempio ? Facciamo caso che costi 0,10€ (ed è gia un prezzo abbastanza basso) , bisogna comunque pensare che è un prezzo variabile a seconda di ciò che detta l’algoritmo che gestirà il vostro annuncio e la vostra spesa. Se invece decidiamo che ogni 100 punti regaliamo al cliente  un buono di 10€, vorrebbe dire che abbiamo pagato un’interazione 0,10 € avendo un prezzo fisso e gestibile.In pratica fate voi il prezzo e a guadagnare è il vostro cliente e non il sistema pubblicitario in se. Contenti tutti quindi.
  • Mostrare una certa dose di cura ed attenzioni indirizzate al cliente, puntando sulle sue capacità e sul legame con la vostra azienda, come chiave per il suo risparmio. Non regalate uno sconto a tutti, ma lo riconoscete a chi lo merita. Vogliamo chiamarla fidelizzazione ?

Quali strumenti sono necessari per mettere in opera un’iniziativa come meno selfie per cento ?

La forza di un’iniziativa simile sta sopratutto nel poter essere messa in pratica in totale indipendenza. Il funzionamento è semplice e stilando un breve ma chiaro regolamento non avrete difficoltà a dar vita ad un’iniziativa simile. Potete però valutare l’acquisto di un banner ad esempio, da usare come sfondo per i selfie.

Gli strumenti necessari per realizzare #menoselfiepercento, sono  :

  • Un banner con il vostro brand da usare come sfondo se necessario
  • Uno smartphone o un pc connesso a internet
  • Un account sul social sulla quale far girare l’iniziativa
  • Un calendario

Con #menoselfiepercento quindi promuovi la tua attività coniugando la spesa a dei risultati reali in termini di promozione. Non cerchi attenzioni per il tuo brand, ma riconosci quelle che ti sono state date, finanziando indirettamente i clienti stessi.

A chi è rivolta un iniziativa del genere :

Se voi avete un supermercato diventa un po assurdo usare un’iniziativa simile. “Meno selfie per cento” è perfetto per attività che hanno come prodotto qualcosa che si avvicina all’estetica, come ad esempio negozi di abbigliamento, cura della persona e brand associati strettamente all’estetica. Questo perché la funzione del selfie è gia di per se unita al vanto, all’esibizionismo, perfetta quindi per un’iniziativa simile dove i like sono indirizzati a una “foto” e non ad una frase o altro.

Usare #menoselfiepercento in un settore diverso significherebbe dover riuscire a sopperire alla mancanza dell’elemento estetico con qualcosa di creativo. Se il target a cui vi rivolgerete vi permette qualcosa di simile, allora siete sulla buona strada.

#menoselfiepercento è un’iniziativa nuova e solo il tempo potrà raccontare qualcosa sulla sua validità ed efficacia reale.

Nel frattempo vi presento il primo negozio che ha accettato la scommessa di realizzare questa iniziativa in modo completo. Vi riporto un vero e proprio Case Study con degli esempi pratici di quello che è il regolamento per un negozio di abbigliamento. Potrete veder inoltre realizzato in concreto un post su facebook con contenuta l’iniziativa. Per farla breve, ecco la pratica di tutto ciò che avete letto sino ad ora.

Negozio : https://www.facebook.com/TERZOMILLENNIOFASHIONJEANS/?ref=br_rs

Regolamento esempio : https://www.facebook.com/TERZOMILLENNIOFASHIONJEANS/photos/a.264717876702.173080.189756006702/10155303872626703/?type=3&theater

Post di partecipazione :

Che ne dici?