Il valore di una donna in discoteca


L’universo femminile non smette mai di stupirmi, soprattutto in questo preciso caso. Sento spesso riecheggiare nell’aria discorsi con al centro la donna e la sua condizione nella società moderna. C’è chi si ritiene vittima di sessismi, chi non si sente rispettata sul lavoro o in famiglia e chi invece decide di prostituirsi a costo zero e senza impegno. Di solito questo fenomeno non avviene sulle strade o in luridi appartamenti ospitanti lenzuola cariche di odore di sesso e mura che saprebbero raccontare ogni profondo respiro e schizzo che hanno sentito, anzi.

Ci sono donne che scambiamo l’affare con la gentilezza, il prodotto con il proprio corpo. Queste donne sono quelle che scelgono di essere discriminate si, ma guadagnandoci qualcosa, come un ingresso gratis in discoteca (eccelso luogo di scambio culturale e sano divertimento, dove ricevere un ingresso omaggio è un onore).

Ho sempre creduto che le donne siano più intelligenti dell’uomo e credo che ci sia stato qualcuno che abbia pure dimostrato questa teoria; proprio per questo credo che accettare un ingresso omaggio in discoteca sia un vero atto di prostituzione, pulito però, senza offesa e senza impegno.

Come si fa a non capire che cosce, minigonne, occhi seducenti, possibili ficcamenti sono il prodotto numero uno in discoteca?

Accettando un omaggio si dà automaticamente un prezzo a se stessi, proprio come avviene sui marciapiedi di città calcati dalle prostitute la notte, tristemente calcati. Con che coraggio ci si arrabbia quando qualche maleducato fa la mano morta? Con che faccia ci si indigna quando si viene trattate da sciacquette da presunti uomini che hanno pagato un ingresso ad una serata dove il prodotto principale è la musica e le donne?

Qui non si tratta di avere dei ragionamenti antichi e sessisti, ma di guardare in faccia la realtà. Se ti offro una serata omaggio per il solo fatto che sei donna è perché il mio interesse è riempire il locale di donne affinché mi assicuro la presenza di uomini arrapati pronti a bere e consumare, tra un ballo e un discorso a bordo pista.
Discorso accompagnato dal classico alito alcolemico e…..

Che ne dici?